Office &
Design

Una linea di prodotti studiati per arredare ogni ambiente di lavoro con uno stile inconfondibile, senza rinunciare alla funzionalità.

Scopri di più

Industria & Contract

Un’ampia gamma di soluzioni personalizzabili per rispondere alle esigenze delle organizzazioni di ogni dimensione.

Scopri di più

SPAZIO ALLA VITA

Un armadio non è soltanto un parallelepipedo di legno o di metallo. Per chi lo utilizza, è uno spazio speciale, dove vengono custoditi oggetti e ricordi preziosi. Potremmo dire che ognuno ha un armadio su misura. Il nostro compito è capire quale.
Per questo Armet progetta e costruisce armadi, mobili metallici e contenitori con una cura e un’attenzione speciali: affinché siano solidi e funzionali, ma anche colorati e allegri, confortevoli e sicuri, adatti a ogni situazione.

Le linee in evidenza di Armet

Una selezione delle nostre migliori proposte. Scegli quella che fa per te.

http://www.armet.it/it/Home/creo

Creo

OFFICE & DESIGN
Libera la creatività e componi l’armadietto a tuo a tuo piacimento.

Scopri la collezione

http://www.armet.it/it/Home/quadro

Quadro

INDUSTRIA & CONTRACT
Tutta la versatilità che cerchi, in una soluzione che unisce funzionalità e design.

Scopri la collezione

Le altre linee

Scopri le proposte che completano il nostro catalogo.

Classico

industrial & contract
[funzionale al lavoro]

Schedo

office & design
[ordine al lavoro]

Tecno

industrial & contract
[per veri specialisti]

Accessori

industrial & contract
[accessori e complementi]

Guida all’acquisto di un armadietto Armet

Quando ci si appresta a rinnovare gli uffici o gli spogliatoi, è importante prestare attenzione alla scelta dell'arredo. Le considerazioni di cui tenere conto sono tante: il tipo di attività svolta, lo spazio a disposizione, la funzione degli armadietti, il loro contenuto previsto. Per non parlare della sicurezza. Questa guida vi aiuterà nella scelta della soluzione più adatta alle vostre esigenze.

Casa
Nello studio, in ripostiglio, sul balcone o in qualsiasi altro locale della casa, un contenitore serve sempre. Se poi è colorato, bello da vedere e si armonizza perfettamente con il design della stanza, rende tutto più vivace e accogliente.

Ufficio
Contenere documenti, archiviarli e tenerli ben ordinati in base alla materia. L'armadio in un ufficio ha proprio questo scopo: mantenere l'ordine e facilitare la ricerca di chi ci lavora. Per questo deve avere ripiani dalla portata adeguata e spazi adatti a libri o raccoglitori, a un'altezza che renda agevole la consultazione. Particolare attenzione va poi posta ai colori, alle linee e allo stile dell’arredo che devono integrarsi con il resto dell’ambiente lavorativo.

Spogliatoio lavoro
Per prima cosa, deve soddisfare la normativa sulla salute e sicurezza del luogo di lavoro (D.lgs. n. 81/2008 ex legge 626/94. Occorre consultare il testo Unico che include una sezione dedicata agli armadietti e al locale spogliatoio; nel dubbio consigliamo comunque di rivolgersi al funzionario ASL di zona).
Gli armadi spogliatoio devono rispondere a determinati requisiti tecnici e, in caso di attività lavorative insudicianti, polverose, con sviluppo di fumi o sostanze untuose in sospensione, devono anche avere una divisione interna che separi gli indumenti da lavoro da quelli di uso quotidiano. Spesso vengono richiesti anche il tetto inclinato (in modo da evitare l’accumulo di polvere) e la possibilità di essere chiusi a chiave e dotati di un opportuno sistema di ricambio aria.
Il materiale di costruzione deve essere facilmente lavabile e igienizzabile. Nel caso di attività nel campo alimentare, il materiale da utilizzare è l’acciaio inox, le direttive da seguire sono quelle del sistema HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points). Sul portale del Ministero della Salute si possono anche consultare i manuali di buona prassi igienica. Sono inoltre disponibili mobili progettati appositamente per le persone diversamente abili.

Spogliatoio sportivo
La discriminante forse più importante per l'armadietto sportivo è la sua capacità di contenere gli accessori di corredo quali il borsone, la tuta e le scarpe. Lo spazio a disposizione è quindi molto importante. Esistono soluzioni che consentono di sfruttare e ottimizzare i volumi pur mantenendo un’adeguata e vivibile sistemazione dei locali; ne sono un esempio i mobili ampiamente diffusi dotati di ante sovrapposte o a “L”.

Spogliatoio comunità e specialistici
Sono prodotti molto specifici, ad esempio quelli destinati a Forze di Polizia, Vigili Urbani e Vigili del Fuoco. Vi sono poi armadi per la distribuzione della biancheria e per il contenimento di sostanze pericolose: questi ultimi sono dotati di ripiani “a vasca” per contenere eventuali perdite. A volte vengono richieste soluzioni personalizzate.

Spogliatoio scolastico
L’armadietto, normalmente posizionato nei corridoi, deve garantire la sicurezza dei ragazzi, essere apribile a 180° per mantenere libere le vie di fuga, poter contenere libri, attrezzature scolastiche e abiti. Le varianti di solito richieste sono ad ante sovrapposte e/o casellari, in base all’esigenza dell’istituto. Da preferire la variante con colorazioni miste per rendere gli ambienti vivaci e gradevoli. Spesso vengono fornite, anche in questo caso, soluzioni personalizzate.

Spogliatoio settore alimentare
Chi utilizza questi prodotti nel settore alimentare (produzione, trasformazione e distribuzione) deve tenere conto della normativa HACCP, che richiede l’impiego di armadietti lavabili, disinfettabili e disinfestabili, con vani separati per il deposito degli indumenti personali e di quelli usati per il lavoro, e che siano dotati di tetto inclinato antipolvere. Il materiale utilizzabile è esclusivamente l’acciaio inox.

In base alle funzioni d’utilizzo, sarà molto importante la scelta dei materiali.

Il più diffuso è la lamiera d'acciaio verniciata: oltre a essere robusta e facilmente lavorabile, ha una buona resistenza, un ottimo rapporto qualità/prezzo, è leggera e facilmente personalizzabile con il colore. Data la sua elevata flessibilità, questo materiale può essere lavorato in varie forme e spessori, e inoltre si presta bene a essere riciclato. Di solito l’armadietto viene consegnato già assemblato; dove invece vi sono problemi legati alle dimensioni, può essere fornito smontato (mobile in kit).

Per l’utilizzo in ambienti particolarmente umidi è preferibile la lamiera zinco plastificata o in altri materiali. Sono molto diffusi anche gli armadietti in plastica (o in resina), ideali per un uso esterno; più economici di quelli in acciaio, tendenzialmente meno robusti, la loro principale caratteristica è non essere attaccati dalla ruggine, nonostante le intemperie che si possono riversare sui balconi.

Quando occorre mantenere un livello di igiene più elevato (ad esempio nelle grandi cucine dei ristoranti o nei laboratori chimici) si ricorre agli armadietti in acciaio inox. Come quelli in plastica, resistono molto bene alla ruggine, sono più robusti di quelli in lamiera, mantengono il colore originario e hanno un costo in genere più elevato.

Per quanto riguarda gli ambienti sportivi, in particolare piscine o palestre particolarmente umide, la soluzione più tradizionale è quella degli armadietti in HPL o Laminato stratificato: è un materiale tra i più costosi, ma ha una durata quasi eterna (un’alternativa economica è il Nobilitato Idrofugo). Altre soluzioni per ambienti tradizionalmente di pregio quali Club, Circoli di Golf e Tennis sono il Legno massello o il Cristallo temperato laccato.

Con chiave
È la più comune. In genere viene fornita una coppia di chiavi, a una via (leva) semplice o a tre vie di sicurezza. Si consiglia di chiedere le versioni con predisposizione per passepartout, e con almeno mille combinazioni diverse. In certe aziende la normativa impone che l'armadietto sia dotato di chiusura sicura.

Maniglia lucchettabile
Molto diffusa, necessita di un lucchetto che, una volta inserito, blocca la maniglietta girevole tenendo così chiusa l’anta. Si consiglia la versione antiscasso, dotata di un sistema per cui la maniglia bloccata dal lucchetto è libera di ruotare a vuoto evitando di poter essere impugnata per forzare il sistema di chiusura. Questa soluzione ha il vantaggio di eliminare la gestione delle chiavi.

Serratura a moneta
Ha lo stesso concetto del carrello per la spesa: funziona con monete o gettoni e può essere preparata per diversi tagli. Si utilizza normalmente in supermercati, biblioteche e locali pubblici nei quali non è consentito introdurre borse o contenitori.

Serratura a combinazione meccanica o elettronica
Si tratta di serrature che integrano al sistema di chiusura la possibilità di apertura tramite un numero segreto scelto dall’utente, normalmente di quattro cifre, senza bisogno di chiavi. In quelle meccaniche i numeri sono stampati su rotelline azionabili a mano, mentre in quelle elettroniche c’è un vero e proprio tastierino. Normalmente dotate di sistema di apertura d’emergenza (a chiave quelle meccaniche, tramite codice master quelle elettroniche), possono essere utilizzate in modalità “pubblico” o “unico utente”: la differenza è che in quello pubblico ogni volta che l’armadietto viene aperto è necessario impostare nuovamente il codice segreto di chiusura.

Serratura elettronica
È il sistema più evoluto e più costoso. La serratura può essere aperta tramite badge o braccialetto (RFID), telecomando a distanza, smartphone (Bluetooth) e impronta digitale. Si tratta di veri e propri sistemi elettronici pensati per operare “stand alone” o integrati con altre infrastrutture informatiche; i primi sono completamente compresi nel vano del mobile, i secondi sono invece collegati a una rete che può ricevere informazioni in tempo reale sugli accessi effettuati e sugli armadi liberi. Anche in questo caso sono disponibili sistemi di apertura d’emergenza o master. Alcune serrature possono poi essere programmate per aprirsi automaticamente a una determinata ora della giornata.

È normalmente disponibile, anche dopo l’acquisto, un’ampia gamma di accessori per completare le funzioni svolte dall’armadio, sia all’interno che all’esterno: tetto inclinato, ruote, zoccolature, specchi di materiale infrangibile, vaschetta porta scarpe, piedi regolabili. Coordinati nei colori e nelle forme, esistono poi dei complementi che aumentano la praticità d’uso, come ad esempio le panche con o senza alzata, le panche portanti e i sopralzi.

Personalizzazione

Spesso è possibile personalizzare i mobili in dimensione, colore e finiture. L’utilizzo di materiali diversi tra loro tra loro amplia notevolmente la gamma delle soluzioni. Su linee di alto livello si può personalizzare il mobile con immagini fotorealistiche o grafiche, trasformandolo così sempre più in un elemento di design.

  • Traporto
  • Scarico
  • Distribuzione
  • Montaggio
  • Sgombero locali da imballi e residui

Sono servizi normalmente non previsti o quotati a parte. Prima di richiederli si consiglia di verificarne il costo, che può aumentare in presenza di circostanze particolari (centri storici, zone a traffico limitato ecc.).